incentivo

Come fare domanda per l’incentivo “Nuove imprese a tasso zero”

L’incentivo “Nuove imprese a tasso zero” è rivolto ai giovani e le donne che vogliono iniziare una nuova attività imprenditoriale.

Questo incentivo permette di usufruire di un finanziamento a tasso zero per spese fino a 1,5 milioni di euro, che può coprire fino al 75% delle spese totali ammissibili e ha una durata massima di 8 anni. Possono accedervi i giovani, tra i 18 e i 35 anni, e le donne di tutte le età, che vogliono intraprendere la carriera di imprenditori/imprenditrici, su tutto il territorio nazionale. Inoltre possono beneficiarne tutte le micro e piccole imprese, costituite in forma di società, composte per oltre la metà dei soci da under35 o donne.

Le imprese devono essere costituite da non oltre dodici mesi dalla data di presentazione della domanda, oppure istituite entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni, ed essere iscritte al Registro Imprese, con sede legale nel territorio nazionale.

L’incentivo è erogato da Invitalia, che ha stanziato 50 milioni di euro per finanziare le attività riguardanti:

  • produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli
  • fornitura di servizi alle imprese e alle persone
  • commercio di beni e servizi
  • turismo (sono considerate di particolare rilevanza le attività turistico-culturali)

 

La domanda deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica, è necessario registrarsi ai servizi online della piattaforma informatica di Invitalia, indicando un indirizzo di posta elettronica ordinario. Una volta registrati è possibile accedere al sito specifico per compilare direttamente online la domanda e allegare il business plan e la documentazione.

È necessario disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) del legale rappresentante delle società, per poter concludere la procedura di presentazione della domanda. Al termine della procedura verrà assegnato un protocollo elettronico da Invitalia.

Le domande verranno esaminate in base all’ordine cronologico di presentazione, senza formare una graduatoria. Dopo la verifica formale, è prevista una valutazione di merito che comprende anche un colloquio con gli esperti di Invitalia.