regolarizzazione

Bitcoin: volontà di regolarizzarle da parte del UE

Nel 2017 c’è stato il boom delle criptovalute, c’è chi l’ha chiamata la “febbre da bitcoin” riprendendo il famoso periodo della “febbre dell’oro”. In questo ultimo anno sono state tante le sigle che hanno voluto entrare nel mondo del bitcoin per fare fortuna lanciando le proprie Ico, “Initial coin offering”, metodi di finanziamento destinati appunto ad alimentare la raccolta di capitali tramite la messa in circolazione di “token” digitali, ovvero monete digitali che dovevano essere destinate al mercato, gestite attraverso una qualche blockchain.

Questa ampia diffusione e soprattutto la mancanza di trasparenza di questa modalità di pagamento, che permette molti fini illeciti, ha posto il problema della mancata regolarizzazione delle criptovalute.

La Commissione Europea al riguardo a deciso di aprire un tavolo di lavoro, con l’intenzione di presentare una proposta a metà marzo. Il vice presidente della Commissione Europea Valdis Dombrovskis si è mostrato comunque favorevole alle criptovalute, dichiarando che: «la tecnologia blockchain è molto promettente per i mercati finanziari. Per rimanere competitivi, l’Europa deve abbracciare questa innovazione.»

La necessità di creare una regolamentazione è arrivata anche dalla richiesta dei ministri delle finanze Bruno Le Maire (Parigi) e Peter Altmaier (Berlino) di creare un piano condiviso per la gestione dei bitcoin. Anche il nostro ministro dell’economia Pier Carlo Padoan afferma la necessità di collaborare con i partner nel G20 e con gli standard internazionali.

A livello internazionale la gestione e la regolamentazione delle criptovalute è molto varia, si passa dal completo divieto da parte della Cina, che l’ha vista come una minaccia alla propria economia, alla Corea del Sud che invece l’ha regolamentata tassando lo scambio della valuta e aumentando il gettito fiscale.

In campo Europeo la Svizzera è la più aggiornata in merito, infatti ha da poco emanato delle linee guida che regolarizzano le Ico, i mezzi per raccogliere fondi per il lancio di nuove criptovalute.
Per quanto riguarda il nostro paese invece, si stava pensando di emanare un decreto per la creazione del registro delle valute virtuali, in vista anche della recente legge sull’antiriciclaggio (D.L. 90/2017).

 

E Voi…che opinione vi siete fatta sulle criptovalute? Vuoi fare una domanda al nostro esperto o indicare la tua opinione?