spese di formazione

Novità sulle spese di formazione: il credito d’imposta al 50%

Entra nella manovra il nuovo credito di imposta per la formazione 4.0. Il super ammortamento fiscale viene confermato ma in versione più leggera (l’aliquota scende dal 140 al 130%) mentre l’iperammortamento prosegue un altro anno ancora nella stessa forma, al 250%.

Non si possono ancora dare per certe un impianto dettagliato delle misure e le relative cifre di copertura, perché in questi giorni ci sarà ulteriore lavoro sul testo.

Di certo la novità principale sarà il credito d’imposta triennale (2018 – 2020) per la formazione in attività 4.0.

Per le imprese che effettuano spese in attività di formazione a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2017 e fino a quello in corso al 31 dicembre 2020 è attribuito un credito d’imposta nella misura del 50 per cento delle spese relative al solo costo aziendale del personale dipendente. L’incentivo è riconosciuto, fino a un importo massimo annuale di 1 milione di euro per ciascun beneficiario, per le attività di formazione pattuite attraverso contratti collettivi aziendali o territoriali. Il credito d’imposta dovrà essere indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta in cui sono state effettuate le spese di formazione. In caso di indebita fruizione toccherà alle Entrate recuperare il relativo importo (maggiorato di interessi e sanzioni).

Per il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, «tutto il pacchetto “Impresa 4.0” inserito nella manovra» vale «più di 10 miliardi di finanziamenti» con coperture pluriennali «a sostegno delle imprese che investiranno in innovazione, ricerca e formazione» negli ambiti del piano.

Questa è una buona notizia per le aziende che devono formare e mantenere aggiornato il proprio personale, garantendo un’alta qualità professionale ai propri clienti.
EticLab, Beta Imprese, e Beta Formazione forniscono corsi di formazione di vario genere per ogni esigenza professionale delle aziende e dei professionisti. Sono la soluzione ideale per sfruttare al meglio questa agevolazione fiscale che durerà fino al 2020.